menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ennesimo sciopero alla Sevel sulle nuove turnazioni

Nuova protesta dell'Usb che chiede all'azienda di convocare un'assemblea, anche per fare chiarezza sul futuro dello stabilimento

Sciopero in tutto lo stabilimento Sevel di Atessa, indetto dall'Unione sindacale di base, sabato 14 dicembre, dalle 14.15 alle 22.14. La protesta è solo l'ennesimo atto dell'Usb per cercare di spingere l'azienda ad ascoltare le proprie richieste. 

"Chiediamo - si legge in una nota del sindacato - che venva convocata urgentemente un’assemblea e che l'accordo sulla nuova turnazione vergogna sia messo a votazione, che siano i lavoratori a decidere e scegliere se è giusto accontentarsi delle briciole.
Noi insistiamo col ribadire che la turnazione imposta è un grande sacrificio che i lavoratori devono affrontare, poiché tornare a casa a mezzanotte del sabato e ricominciare al lunedì mattina alle 4 non è una cosa accettabile sia per gli effetti sulla vita familiare sia sul recupero dal punto di vista psicofisico".

Da tempo, la Usb chiede all'azienda l'organizzazione di quattro turni da 6 ore + 6 ore il sabato mattina, o una riduzione di orario a parità di salario sui turni del sabato con annessi incentivi economici. 

"Invece - incalza il sindacato - è più che una semplice preoccupazione la conferma che Psa dal 2021 inizierà la produzione di circa 100.000 veicoli l’anno in Polonia. I lavoratori hanno il diritto di sapere quale sarà il futuro di questo stabilimento, prima che sia troppo tardi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento