menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
don Michele Di Lorenzo

don Michele Di Lorenzo

Don Michele rapinato mentre passeggia sul lungomare

Grave episodio di violenza: il sacerdote della diocesi Lanciano-Ortona aggredito da un giovane nordafricano che voleva dei soldi

Aggredito e derubato sul lungomare di Fossacesia. E' la disavventura capitata a don Michele Di Lorenzo, vittima di una vera e propria rapina a causa della quale ieri è finito al pronto soccorso. Il sacerdote di Lanciano stava passeggiando sul lungomare quando è stato avvicinato da un giovane nordafricano che gli ha chiesto soldi. Ma l'aggressore non si è accontentato degli spiccioli consegnatigli da don Michele ma lo ha strattonato, graffiato, sottraendogli il borsello e rubandogli il cellulare e 40 euro.

Dopo aver subito la rapina il prete è stato medicato al "Renzetti" dove i sanitari gli hanno dato 5 giorni di prognosi e un tutore al braccio. Il fatto è stato denunciato alla caserma dei carabinieri di Fossacesia che stanno indagando.

Il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio, all’indomani del grave episodio di violenza che ha colpito il sacerdote della diocesi Lanciano-Ortona, condanna a nome dell'amministrazione comunale "il grave e ingiustificato episodio di cui è stato vittima don Michelino Di Lorenzo. Con altrettanta fermezza - dice - invito tutti a non alimentare conflitti ideologici che non appartengono alla comunità di cui sono sindaco”.

In tanti nelle ultime ore hanno manifestato soldiarietà a don Michelino. "Accogliere vuole dire pure far rispettare le leggi di chi ti accoglie. Trasgredirle è un reato, a prescindere dall’identità etnica. Sono certo che i carabinieri riusciranno a identificare l’autore dell’aggressione - prosegue Di Giuseppantonio - che ha turbato la collettività. Quanto avvenuto ieri, però, mette in luce quanto sia forte la percezione di insicurezza pubblica diffusa sul territorio, che sale ogni volta che uno straniero commette un reato ad alto impatto sociale. Il problema dell’immigrazione è diventato un fardello troppo pesante per tutti, è oramai un’emergenza che divide la nostra società e mina profondamente la credibilità delle istituzioni”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento