menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano, rompe il femore alla figlia neonata e picchia la moglie incinta

L'uomo in un primo momento si era difeso dicendo che era stata ferita dal fratellino, aveva picchiato e morso anche la moglie incinta. Nei suoi confronti il gip ha stabilito il divieto di avvicinamento ai famigliari

Un uomo di 32 anni di Lanciano è stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla sua famiglia. A disporlo è stato il Gip Francesco Marino, in seguito agli episodi di maltrattamenti e lesioni risalenti allo scorso gennaio in famiglia. Quando, secondo la ricostruzione del pm, il 32enne aveva picchiato e morso la moglie incinta e, qualche tempo dopo, strattonato la figlia neonata di un mese, finita in ospedale con una frattura scomposta al femore

La piccola però, solo dopo qualche giorno venne accompagnata in ospedale dove i sanitari, insospettiti, avvisarono il Commissariato. L'uomo in un primo momento si era difeso dicendo che la figlia era stata ferita dal fratellino di due anni. Il pm Rosaria Vecchi aveva chiesto l'arresto del 32enne che però non è stato disposto poichè, secondo il Gip,  vi sarebbe la possibilità di reiterazione del reato dal momento che la moglie e i figli hanno lasciato l'abitazione e non vivono più a Lanciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento