Il racconto della commessa di Sarni Oro: "Ci hanno detto di stare zitte e noi siamo scappate"

La gioielleria saccheggiata al centro commerciale Centauro in serata: il bottino è di 500mila euro circa. Una delle due commesse presenti racconta quei momenti di paura

"Sono entrati in tre, uno era armato con una pistola, un altro aveva una mazza. Ci hanno detto di stare zitte e hanno cominciato a rompere i cassetti. Noi siamo scappate". Una delle commesse di Sarni Oro racconta quegli attimi di paura vissuti ieri sera durante la rapina al centro al centro commerciale Centauro.

Il colpo poco dopo le 19 con il centro commerciale pieno di gente a fare la spesa, quando i malviventi hanno fatto irruzione di corsa nella gioielleria in via Masci. In quel momento c'erano soltanto due commesse nel negozio.

"Indossavano un passamantogna ed erano incapucciati e abbastanza robusti, ma non siamo riuscite a capire se erano italiani o stranieri - riprende la giovane commessa - Ci dicevano 'zitte, zitte'. Mentre noi ci allontanavamo, loro hanno continuato a prendere tutto".

I rapinatori sono poi fuggiti con la refurtiva al seguito su un'auto di grossa cilindrata che li attendeva fuori con un quarto complice. Il bottino si aggirerebbe sui 500mila euro. Indaga la polizia.

I RAPINATORI IN AZIONE: VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento