menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il futuro della ex biblioteca De Meis, la parola ai giovani

Tremila studenti interpellati sul futuro della struttura di piazza Templi Romani dal Comitato cittadino. Gli esiti saranno alla base di una serie di iniziative finalizzate a rendere più a misura di giovani la città

Il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti ha organizzato una consultazione partecipativa che ha coinvolto circa tremila studenti delle ultime tre classi di tutti gli istituti superiori della città, per conoscere quale destinazione secondo i giovani sarebbe preferibile venisse data alla ex sede della “De Meis” in piazza Templi Romani, una volta conclusi i lavori di messa in sicurezza e recupero estetico urbanistico. I lavori in questione, unitamente al trasferimento della biblioteca provinciale presso l’ex ospedale militare, sono stati oggetto della petizione promossa dal Comitato stesso che nel 2014, in poco più di un mese, ha raccolto l’adesione di 8.050 cittadini.

Con la consulenza della professoressa Eide Spedicato, gli studenti hanno risposto alle domande del questionario per individuare che tipo di spazio potrebbe essere riconvertito la ex biblioteca De Meis (info point, sala studio, casa delle associazioni). Una scelta dettata dal fatto che a Chieti sono proprio i giovani a risentire maggiormente della carenza di luoghi e spazi di aggregazione, di confronto e di condivisione loro riservati.

 “Il risultato della consultazione – spiega il coordinatore Giampiero Perrotti in una nota - occasione anche di riflessione dei ragazzi sui propri bisogni e su come strumenti di democrazia partecipativa possano stimolare la positiva interlocuzione con le istituzioni, formerà oggetto di proposte concrete che, all’inizio del nuovo anno scolastico, presenti studenti e docenti, saranno presentate pubblicamente e portate all’attenzione dell’amministrazione provinciale. Gli esiti, inoltre, saranno alla base di una serie di iniziative finalizzate a rendere più vivibile e più a misura di giovani questa nostra città. Va doverosamente sottolineato che l’intera operazione, svoltasi e conclusasi in questi giorni, è stata resa possibile dalla piena disponibilità e collaborazione dei dirigenti scolastici e degli insegnanti di tutte le scuole  Superiori che il Comitato vivamente ringrazia: N. da Guardiagrele, R. de Sterlich, F. Galiani, I. Gonzaga, F. Masci, U. Pomilio, L. Savoia,  G.B. Vico”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento