Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Febbo: "La Provincia si costituisce contro il Cotir", ma l'ente si difende

L'ente si è costituito previa acquisizione di un parere legale. I lavoratori del centro di ricerca vastese sono stati tutti licenziati

“Paradossale e inconcepibile la decisione della Provincia di Chieti di costituirsi contro i dipendenti del Cotir che hanno legittimamente impugnato al Tar chiedendone l’annullamento, la delibera di Giunta del 5 luglio 2018 con la quale vengono stanziati 800 mila euro a favore del Crua (ex Crab) ma che esclude completamente il centro di ricerca vastese, diversamente da quanto approvato in consiglio regionale su mio specifico emendamento a favore di entrambi i Centri. La delibera chiude ai lavoratori del Cotir ogni possibilità di percepire qualche stipendio arretrato dopo anni di totale abbandono”.

Lo fa presente il consigliere regionale di Forza Italia, Mauro Febbo, sottolineando che l'ente "alle prese con gravi problemi di bilancio, difficoltà nel far partire gli appalti e seri problemi nel trovare risorse per la manutenzione ordinaria di strade e scuole, riesce a trovare tempo e soprattutto risorse economiche per costituirsi contro dei lavoratori che da anni vivono un disagio e una vicenda assurda. Non vorrei – rimarca Febbo – che questi 800 mila euro siano destinati esclusivamente a sanare precedenti debiti  del Consorzio di Ricerca Unico Abruzzese (Crua), poiché anch’esso non svolge alcuna attività di ricerca ormai da anni e ha subito un pesante ridimensionamento del personale". 

Febbo sottolinea anche come la Provincia di Chieti sia socia del Cotir, ma da anni non versa le proprie quote mentre i dipendenti hanno vinto la causa per il riconoscimento del loro rapporto di lavoro pubblico e rigettato istanza di fallimento del Consorzio stesso proposta da un fornitore. 

In merito alla vicenda arriva subito la replica dell'ente. "La Provincia di Chieti - precisa il presidente Mario Pupillo in una nota - si è costituita previa acquisizione di un parere legale che ha ritenuto opportuna la costituzione in giudizio ad aiuvandum della Regione, al fine ultimo di evitare costi aggiuntivi per la Provincia conseguenti all’ipotetico riconoscimento della personalità giuridica di diritto pubblico del Cotir".

E in relazione ai gravi problemi di bilancio e alle difficoltà a far partire gli appalti Pupillo rassicura Febbo sul fatto che "la Provincia ha da tempo approvato il Bilancio consuntivo Consuntivo 2017 e Preventivo 2018 e in questi giorni sono stati appaltati 17 interventi sulla viabilità nel  territorio provinciale. In merito alle difficoltà di reperire le risorse - conclude -  ricordiamo al consigliere Febbo che grazie alla Regione Abruzzo con il Masterplan sono stati assegnati 16 milioni di euro alla Provincia di Chieti che saranno spesi nel 2019 sulle strade provinciali come si può constatare sul sito dell’Ente. Pertanto è obbligatorio che la Provincia possa e debba costituirsi nelle sedi opportune per tutelare le proprie ragioni".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Febbo: "La Provincia si costituisce contro il Cotir", ma l'ente si difende

ChietiToday è in caricamento