rotate-mobile
Cronaca

Protestano gli autisti de La Panoramica: "Stipendi tagliati e famiglie in difficoltà"

A sostegno dei lavoratori si schierano anche l'arcivescovo Bruno Forte e gli studenti del Savoia

"Esattamente un anno fa l'azienda de La Panoramica ha disdetto i contratti di secondo livello tagliando di circa 350 euro al mese gli stipendi dei dipendenti". Gli autisti dell'azienda che gestisce il trasporto pubblico a Chieti questa mattina protestano davanti alla sede operativa dell'azienda in via Picena.

A un anno dal pesante taglio degli stipendi dei 70 dipendenti della Panoramica, il sindacato Ugl ha organizzato una manifestazione per ricordare quanto successo negli ultimi anni:

Era il 15 giugno 2020 quando, in piena pandemia, con i lavoratori in cassa integrazione già da marzo, come un fulmine a ciel sereno ci è arrivata una nota della Panoramica per comunicare la disdetta di tutti gli accordi di secondo livello a partire dal 31 ottobre 2020. Gli accordi di secondo livello riguardavano, tra le altre cose, l'indennità di presenza, quella di agente di movimento, quella di spostato riposo, quella di produttività, quella relativa si servizi accessori, quella relativa ai sinistri evitati, quella domenicale, quella per i tempi di sosta, quella di reperibilità feriale e festiva, quella di funzione officina e di funzione impiegati, quella di pulizia, l'incentivo di produzione, l'indennità di agente unico autobus e filobus e il premio di risultato agente di movimento.

Tanti gli incontri tra sindacati, azienda e istituzioni "ma non c'è stato nulla da fare" dice il segretario provinciale Ugl, Fabrizio Mancini, presente alla manifestazione insieme al segretario regionale Giuseppe Lupo.

protesta (9)-2

"La famiglia Chiacchiaretta che ha in mano l'azienda - dice Mancini - rivendica la mancanza di fondi regionali, ma anche altre aziende in Abruzzo si trovano nella stessa situazione. Nessuna ha disdetto il contratto di secondo livello".

Anche sul taglio delle corse richiesto dal Comune gli autisti sono scettici. "Diminuiscono i chilometri ma c'è un aggravio di lavoro a causa dela poca elasticità organizzativa. Nessun vantaggio, insomma, per noi lavoratori".

A sostegno dei lavoratori anche l'arcivescovo Bruno Forte che ha scritto una lettera ai dipendenti:

a207f709-e306-49ed-a9ea-dfcbd3a7b695-3

Sostegno è arrivato anche dagli studenti del "Savoia":

49fe2188-f7a1-4258-a194-f8c405bc0d2e-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protestano gli autisti de La Panoramica: "Stipendi tagliati e famiglie in difficoltà"

ChietiToday è in caricamento