Cronaca

Presidio pacifico di Theriakà contro il circo sabato 9 giugno

L'associazione animalista dalle 17 sarà davanti al tendone accanto allo stadio Angelini per sensibilizzare gli spettatori sulle condizioni degli animali impiegati negli spettacoli circensi

“Nato libero, prigioniero a vita in un circo”. È la frase che campeggia sul manifesto di Theriakà onlus, con la fotografia di un elefante in gabbia. In questi giorni, in concomitanza con l’arrivo del circo in città, i membri dell’associazione cercano di sensibilizzare gli spettatori sulle condizioni degli animali impiegati negli spettacoli

Per questo sabato 9 giugno, alle 17, di fronte al circo Orfei insediatosi nel piazzale accanto allo stadio Angelini, Theriakà ha indetto un presidio pacifico poco prima dello spettacolo delle 17.30.

L’obiettivo è quello di raccontare a grandi e piccoli che leoni, elefanti, foche e altri animali selvatici impiegati nei circhi sono stati privati della loro libertà per esibirsi in numeri elaborati.

L’associazione teatina, presieduta da Antonella Riccardo, si batte da sempre per la tutela degli animali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidio pacifico di Theriakà contro il circo sabato 9 giugno

ChietiToday è in caricamento