menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia più volte il fratello e gli provoca il distacco della retina: teatino allontanato da casa

Picchiato a sangue più volte dal fratello 55enne, raggiunto da una misura di allontanamento dalla casa familiare dopo le indagini

Maltrattamenti e lesioni personali ai danni del fratello. Con questa accusa ieri il personale della II^ sezione della Squadra Mobile ha dato esecuzione alla misura dell’allontanamento dalla casa familiare di un cinquantenne teatino disposta dal gip del tribunale di Chieti.

L’uomo non potrà avvicinarsi al fratello, con il quale viveva insieme. Il provvedimento è arrivato dopo la ricostruzione effettuata dalla polizia.

Questi i fatti: all’inizio di ottobre un uomo di 45 anni si presenta al posto fisso di Polizia dell’ospedale SS. Annunziata di Chieti, riferendo di essere stato aggredito per l’ennesima volta dal proprio fratello il quale, in quest’ultima circostanza, gli aveva cagionato, a causa dei pugni ricevuti, il distacco della retina. 

Scattano subito le indagini che permettono di appurare che in una circostanza la vittima non si era potuta neppure sottoporre ad una delle visite periodiche prescritte dalla Asl, poiché era stato picchiato dal fratello e presentava degli ematomi in viso talmente vistosi da renderlo impresentabile. Oppure, in altre circostanze, la parte offesa veniva costretta, su ordine del fratello, ad uscire anche più volte di casa in orario notturno, per recarsi ad acquistare alcolici e obbligata a pulire l’abitazione in piena notte e, in caso di diniego, veniva brutalmente percossa. 

L’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare è stata disposta alla luce della ricostruzione fatta considerati i gravi delitti commessi, nonché il pericolo di reiterazione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento