rotate-mobile
Cronaca Guardiagrele

Papa Francesco telefona al padre di Noemi: "Non siete soli, prego per voi"

La telefonata ieri pomeriggio a Guardiagrele. La bimba è affetta da atrofia muscolare spinale. Sabato scorso i genitori avevano scritto una lettera, consegnata al Santo Padre da monsignor Forte

"Non siete soli, prego per voi". E' durata dieci minuti la telefonata di Papa Francesco ad Andrea Sciarretta, il papà di Noemi, la bimba di Guardiagrele affetta da atrofia muscolare spinale.

Dieci minuti di commozione per questo papà che da mesi lotta per la salute della figlia di un anno e mezzo, alla quale i giudici hanno negato il metodo stamina.

Sabato scorso i genitori di Noemi avevano scritto una lettera al Santo Padre affidandola a monsignor Bruno Forte.

Ieri pomeriggio la telefonata del Santo Padre ha riacceso la speranza di papà Andrea: "Non potevo crederci - racconta - ero in macchina di ritorno dall'Aquila dove avevamo presentato l'ennesimo ricorso per sperare nella cura staminale".

Papa Francesco gli ha chiesto: "Cosa posso fare per voi?", Andrea gli ha risposto: "Gli ho spiegato che non è giusto che un ospedale abbia liste d'attesa così lunghe, con già alcuni bambini morti, non vorrei che la prossima sia Noemi. Padre non ci abbandoni".

"Io non vi abbandono - ha risposto Bergoglio, secondo il racconto dell'uomo - parlerò con il Ministero della Salute, prego per Noemi e prego per voi".

In serata poi la telefonata di un vescovo ha annunciato alla famiglia che il Papa stava pregando per Noemi insieme a monsignor Forte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco telefona al padre di Noemi: "Non siete soli, prego per voi"

ChietiToday è in caricamento