rotate-mobile
Cronaca

Ottavio presenta "Falsa Imago" e dà appuntamento a Chieti a ottobre

L'illusionista teatino protagonista dell'ultimo thriller di Cecchelin ha presentato in anteprima a Chieti il romanzo. E' in partenza per il Brasile ma promette di tornare a ottobre con un grande evento per la città

Riesce a perforare con le lance infuocate una scatola di metallo con dentro la sua ragazza, si martella chiodi nella narice e poi se li sfila via come se niente fosse, riesce persino a far apparire dal nulla una Ferrari. Migliaia di performance vantate in tutto il mondo, eppure ieri, nella sua Chieti solo per breve un saluto in pubblico, era più emozionato di quando sale sul palco.

Ottavio Belli, 35 anni, quasi la metà dei quali trascorsi a Bologna e all’estero per poter vivere di magia - dopo la gavetta iniziata qui grazie al nonno e al club magico abruzzese - finalmente è tornato a casa da star, sfoderando però l’umiltà e l’ironia che lo contraddistinguono tra chi lo conosce da sempre.  

Come gran parte dei presenti ieri pomeriggio nella sala consiliare del Comune, dove l’illusionista teatino ha presentato in anteprima “Falsa Imago” , il nuovo romanzo thriller di Riccardo Cecchelin nel quale Ottavio veste i panni del protagonista e presta il volto in copertina.

Con lui c’erano Ivo Farinacci, suo primo maestro, e l’autore e giornalista Cecchelin. Il romanzo, edito da Dalia Edizioni, uscirà ad aprile ma molte copie da ieri sono già sugli scaffali dei teatini che per l’occasione hanno avuto l’opportunità di acquistarle in anteprima.

Belli ha rotto il ghiaccio raccontando l’incontro con Cecchelin a Terni, che dopo uno spettacolo lo ha voluto per lavorare assieme al suo romanzo: un’ indagine pericolosa sul mondo dell’illusionismo che prende il via da una serie di spietati omicidi. “Il libro è venuto fuori in due settimane perché Cecchelin, che è un professionista, aveva già tutto in mente” ha detto Ottavio.

A chi gli ha chiesto che posto occupa la magia nella sua vita ha risposto: “Non riesco a mettere la magia in una scala di bisogni primari: io sono mago da sempre. Mi piacciono tante altre cose: lo skateboard, la pesca, ma anche quando salivo sullo skate da ragazzo io avevo le carte in mano!”. Nel libro, a dividere un paragrafo dall’altro, ci sono proprio i quattro semi delle carte da poker.  E il pensiero va a nonno Giuseppe che gli ha trasmesso questa solida passione. “La cosa che mi dispiace – ha aggiunto Belli – è non poter condividere con la mia città, con chi mi ha visto crescere e con gli amici di sempre quello che faccio. Non sono mai riuscito a esibirmi a Chieti”. Ma forse la città comincia a riconoscere i suoi profeti e per Ottavio è arrivato il momento di rimediare.

Per ottobre prossimo infatti, è in fase di organizzazione un grande appuntamento legato alla magia che dovrebbe svolgersi per più giorni al Supercinema. Un evento al quale Ottavio, che prende anche 50 mila euro per il suo ultimo numero, parteciperebbe gratuitamente per amore della città.

Ieri intanto la presentazione di “Falsa Imago” è stata anche l’occasione per un saluto e un abbraccio collettivo all’illusionista teatino che la settimana prossima partirà con il circo Florilegio per il Brasile dove rimarrà a lavorare per sei mesi. L’appuntamento con lui è a ottobre. “Quando - promette - mostrerò anche a voi quello che faccio quando sono fuori da qui”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottavio presenta "Falsa Imago" e dà appuntamento a Chieti a ottobre

ChietiToday è in caricamento