menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orsetto senza mamma al Parco nazionale: veterinari si travestono da orsi per curarlo

Il cucciolo d'orso era stato avvistato nei pressi di Villavallelonga da solo. Il personale del Parco che lo ha preso in cura non ha abbandonato l'idea di un possibile ritorno in natura, intanto proseguono le ricerche di mamma orsa

Ha tre mesi e pesa circa tre chili il cucciolo d’orso avvistato lo scorso fine settimana mentre vagava da solo, forse alla ricerca della mamma, nella zona di protezione esterna del Parco nazionale d’Abruzzo, vicino Villavallelonga (L’Aquila).

Il personale del Servizio Veterinario del Parco, dopo aver accertato una condizione di forte disidratazione e affaticamento del cucciolo, lo ha trasferito nel Centro di Recupero Fauna di Pescasseroli. Per curarlo adesso, il veterinario e la persona che lo nutre si avvicinano a lui vestiti da orso.

Tante anche le richieste in questi giorni da parte dei media desiderosi di filmare il piccolo plantigrado ma da Pescasseroli fanno sapere che non è possibile.  “Il Parco infatti – si legge in una nota dell’Ente -  non ha ancora abbandonato l'idea di un possibile ritorno dell'orsetto in natura e deve quindi garantirgli la massima tranquillità riducendo il contatto al minimo per evitare l'imprinting sull'uomo”. 

Proseguono intanto le perlustrazioni nella zona del ritrovamento: fino ad oggi fortunatamente non sono stati trovati segni di bocconi avvelenati e, purtroppo, però, ancora nessun segno di mamma orso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento