Cronaca

Operazione Noe in Molise: arrestato anche un militare in servizio a Chieti

Figurano anche un ex magistrato, un ufficiale dei Carabinieri e un sottufficiale della Guardia di Finanza tra gli indagati nell'inchiesta della Procura di Larino, che riguarda l'ex acciaieria "Stefana" di Termoli

Figurano anche un ex magistrato molisano, un ufficiale dei carabinieri della provincia di Chieti e un sottufficiale della Guardia di Finanza tra gli indagati nell'inchiesta della Procura di Larino, che riguarda l'ex acciaieria "Stefana" di Termoli, dismessa da anni. Un'area piu' volte finita nella bufera perchè si sospetta che al suo interno, nel nucleo industriale di Termoli, siano stati interrati rifiuti radioattivi e quantitativi di eternit.

Oltre al Molise, l'indagine coinvolge anche l’Abruzzo e le province di altre regioni. I reati ipotizzati verso i tre sono, nell’ordine, associazione a delinquere e corruzione; corruzione; truffa aggravata, falso in atto pubblico, omissione in atti di ufficio, rivelazione e utilizzo di segreti d'ufficio.

Per i due militari sono stati disposti gli arresti domiciliari. Obbligo di dimora a Napoli, invece, per l'ex magistrato. Nell'inchiesta risultano indagate complessivamente 12 persone.

C’è il più stretto riserbo da parte degli inquirenti. Intorno alle 9, dalla caserma del Comando provinciale dei Carabinieri di Campobasso, è partita un'auto che ha condotto nel carcere di via Cavour uno degli indagati. All'alba gli uomini dell’Arma avevano notificato un altro provvedimento di custodia cautelare a Termoli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Noe in Molise: arrestato anche un militare in servizio a Chieti

ChietiToday è in caricamento