Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

No Ombrina: il flash mob alla D'Annunzio contro la petrolizzazione

Una ventina di universitari a terra per simulare gli effetti nocivi della piattaforma mentre uno di loro legge le ragioni degli ambientalisti. Legambiente presenta il dossier sul progetto: "Pessima qualità e quantità irrisorie"

Corpi a terra con le mascherine antigas per dire no ad Ombrina mare, la piattaforma progettata dal gruppo Medoilgas Italia di fronte alla costa dei trabocchi. È il flash mob degli studenti dell’università D’Annunzio che si sono riuniti nella tarda mattinata di oggi (mercoledì 10 aprile) nel piazzale di fronte alla facoltà di Lettere per ribadire la contrarietà al petrolio nel mar Adriatico.

Una ventina i manifestanti, che hanno catturato l’attenzione di un gruppo nutrito di colleghi richiamati fuori dal sole primaverile. “Oggi siamo qui – ha detto al megafono lo studente di Storia Marcello Goussot, vestito con una tuta anticontaminazione – per dire no alla petrolizzazione e alla cementificazione del territorio. No alla scelta espressa da Confindustria. No ad Ombrina mare 2. No a tutte le opere che sfruttano e devastano il territorio in nome del profitto”.

Contro Ombrina mare è schierata anche Legambiente Abruzzo, che stamani ha presentato il dossier “Storia e numeri di una operazione insensata”. Lo è, secondo l’associazione ambientalista, perché si tratta “di greggio di pessima qualità e in quantità irrisorie, che sarebbe sufficiente a coprire lo 0,2% del consumo nazionale di petrolio e lo 0,001% di consumo di gas”.

Intanto lo scorso 15 marzo la società Petroceltic avrebbe ricevuto un permesso di 6 anni per la ricerca in mare di idrocarburi liquidi e gassosi. Secondo quanto ha scoperto il Wwf, sarebbe interessata una porzione di mare da 50 mila ettari che comprende le cose di Pescara, Francavilla al Mare e Ortona.

La lotta contro la petrolizzazione dell’Adriatico, però, non si ferma: sabato (13 aprile) a Pescara è in programma una grande manifestazione contro Ombrina mare a cui si prevede partecipazione massiccia da tutta la Regione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Ombrina: il flash mob alla D'Annunzio contro la petrolizzazione

ChietiToday è in caricamento