menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non versa soldi dei bolli pagati, condannato ex delegato Aci

Il presunto reato riguarda una mancata rimessa alla Regione di 203 mila euro per i bolli auto pagati dai cittadini alla delegazione Aci di Lanciano

Il tribunale collegiale di Lanciano ha condannato a due anni di reclusione, pena sospesa, D.G., 67 anni, ex calciatore del Lanciano e delegato Aci. 

L'accusa è di peculato nei confronti della Regione Abruzzo quando l'uomo era titolare della delegazione Aci di Lanciano,

Il presunto reato riguarda una mancata rimessa alla Regione di 203 mila euro per i bolli auto pagati dai cittadini alla delegazione Aci, nel 2013. Dagli atti processuali si evince che D.G. non pagò il dovuto per l'improvvisa chiusura di un conto corrente bancario. Dopo alcune settimane l'ex delegato Aci cominciò a pagare versando in poche settimane 70 mila euro nelle casse regionali. Per garantire l'intero pagamento l'imputato chiese una dilazione che vene rifiutata dalla Regione che lo intimò di pagare tutti insieme i 130 mila euro residui.

Il patteggiamento era stato chiesto per dimostrare la buona volontà dimostrata dall'imputato, ma in sede di indagini preliminari non venne accolta la richiesta del difensore. Oggi il tribunale, accettando il patteggiamento, ha definito il precedente rifiuto inaccettabile. Il legale di D.G. farà ricorso in appello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento