rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Lilium, ragazzo accusa: "Pestato dopo un complimento a un'educatrice"

Cominciato in tribunale a Chieti il processo a cinque operatori. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Chieti presero il via dalla deposizione di un'insegnante esterna alla struttura.

Ha raccontato delle violenze subite all'interno della Lilium, struttura di San Giovanni Teatino per ragazzi con problemi psichiatrici, il ventenne originario del Brasile costituitosi parte civile.

 

Ieri in tribunale a Chieti è cominciato il processo a cinque operatori della struttura, accusati di reati che vanno dai maltrattamenti alle lesioni personali. I fatti contestati risalgono al periodo compreso tra il 2009 e il 2011.

In aula la presunta vittima si è soffermata su un pestaggio al quale sarebbe stato sottoposto dopo aver rivolto un complimento ad un'educatrice della struttura: in quell'occasione le botte subite gli provocarono la rottura di due denti.

Il ventenne ha anche raccontato di essere stato legato al letto e di aver assistito ad altre aggressioni nei confronti di altri ospiti della cooperativa.  Il processo e' stato aggiornato al 9 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lilium, ragazzo accusa: "Pestato dopo un complimento a un'educatrice"

ChietiToday è in caricamento