menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovanni Liberato racconta "Chieti nella storia", dal paleolitico alla religione

Il volume è composto da diciotto agili capitoli distribuiti in tre parti: la prima riguarda una serie di eventi, la seconda alcune personalità eminenti e la terza la cristiana religiosità

Venerdì 31 marzo si è tenuta una partecipata presentazione del libro intitolato "Chieti nella Storia" (Edizioni Noubs - Associazione culturale abruzziAMOci), con interventi del dott. Aurelio Bigi e dell'avv. Paolo Ciammaichella. Il moderatore Massimo Pamio ha inoltre ricordato le creazioni della gioielleria De Marco con a tema il rosone della Cattedrale. Luogo dell’evento letterario la libreria De Luca, tempio teatino della cultura. 

L’opera di Giovanni Liberato è composta da diciotto agili capitoli distribuiti in tre parti: la prima riguarda una serie di eventi, la seconda alcune personalità eminenti e la terza la cristiana religiosità. Segue una cronologia che, all’indicazione puntuale della data, fa corrispondere, in forma stringata, i più importanti fatti occorsi. 

L’intento dell’autore nel formulare il suo mondo storico dimora in premessa, la quale funge peraltro da chiave interpretativa ultima. Laddove ritenuto utile, si sono riprodotti i documenti storici nella loro vividezza autentica, proponendo al lettore un’immersione nella visuale di quel tempo altrimenti ardua da trasmettere. 

L’autore ha illustrato l’esistenza dell’Uomo di Chieti paleolitico, la Tavola sacra del popolo Marrucino (III secolo a.C.), la bolla celestiniana del 28 ottobre 1294 e il giorno tradizionale in cui andrebbe festeggiato San Giustino: il primo di gennaio. Ha inoltre attribuito, tramite metodo grafico-comparativo, la monetazione TIIATIYM alla nostra Civitas.

L’autore, inoltre, ha ricordato come vi siano due questioni identitarie sospese: il nome abbandonato di Teate (“Luogo Sacro”) e il primo gennaio abbandonato per i festeggiamenti di San Giustino (secondo la tradizione spirato il 1/1/384); per entrambe se ne propone il recupero ufficiale e solenne.

La ricerca attraversa lo scritto intero non solo e non tanto negli spunti originali d’interpretazione, ma soprattutto nella (ri)composizione delle causalità e delle motivazioni che, se diversamente analizzate, sono sempre in grado di rivelare particolari inediti. 

Il lavoro contiene una dettagliata critica del concetto di ideologia, sia tout court che nella sua declinazione metropolitana. 

Il libro può essere acquistato presso la libreria De Luca di Chieti o contattando l’editore, al costo di copertina di € 15,00.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, uomo deceduto a Chieti: positivo alla variante brasiliana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento