Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Legge urbanistica in consiglio, il Wwf chiede di rimandare: necessario un confronto coi cittadini

Per l'associazione se male applicata, potrebbe stravolgere il patrimonio edilizio esistente e peggiorare in maniera sensibile la qualità della vita nel territorio municipale. Domani è previsto il recepimento in Consiglio Comunale

Domani, venerdì 31 maggio, in Consiglio Comunale a Chieti è previsto il recepimento della Legge Urbanistica Regionale n°49 del 15.10.2012 che ha la finalità di “incentivare la razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, la promozione della riqualificazione delle aree degradate, la riqualificazione degli edifici a destinazione non residenziale dismessi o in via di dismissione”.

Di questa legge si è discusso nelle ultime due Commissioni Urbanistiche e, come spiega il capogruppo dell’Udc, Alessandro Giardinelli: “si prevedono premialità fino al 50% del volume per gli edifici residenziali e non residenziali dismessi con l’obiettivo della realizzazione di una riqualificazione urbana attraverso interventi di ristrutturazione, ampliamento, demolizione e ricostruzione.

In Commissione – aggiunge - il nostro intervento, mediante anche un emendamento alla legge, è stato rivolto a due aspetti:  fare in modo che gli incrementi volumetrici siano destinati a coloro che fanno costruzioni di qualità e la necessità di consentire lo spostamento della cubatura in altro sito, purché quest’ultimo non presenti vincoli di in edificabilità”. E’ chiaro che una norma del genere potrebbe costituire un ottimo volano  per la riqualificazione  urbana e delle aree degradate.

Ma proprio per l’importanza del tema che il Wwf chiede un conforto coi cittadini prima dell’approvazione. A tal proposito è stata inviata  una lettera al sindaco per chiedere il rinvio della discussione in Consiglio e l’audizione delle altre associazioni interessate. “Si tratta di scelte condizioneranno per anni il futuro della città – spiega il presidente Nicoletta Di Francesco -  Una premialità di tale portata se male applicata, potrebbe stravolgere il patrimonio edilizio esistente e peggiorare in maniera sensibile la qualità della vita nel territorio municipale”.

Al momento non ancora sappiamo cosa ha deciso di fare il Consiglio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge urbanistica in consiglio, il Wwf chiede di rimandare: necessario un confronto coi cittadini

ChietiToday è in caricamento