menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sei lavoratori 'in nero' scoperti dalla Guardia di Finanza: sanzioni

Due egiziani e quattro artisti impiegati in evasione contributiva e assistenziale. Scattate le denunce e le sanzioni da parte della Finanza

Sei lavoratori ‘in nero’ sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza di Chieti.  I primi due, di origini egiziane, uno minorenne, erano intenti alla lavorazione della frutta ed erano privi del permesso di soggiorno. Dopo le procedure di identificazione, il minore è stato affidato su disposizione del Tribunale dei minori dell’Aquila ad alcuni parenti rintracciati a Chieti, mentre l’altro è stato segnalato alla Prefettura che nei suoi confronti ha emesso un decreto di espulsione. Entrambi sono stati denunciati a piede libero assieme al datore di lavoro,  nei confronti del quale sono state comminate specifiche sanzioni amministrative. La  Direzione Territoriale del Lavoro ha provveduto alla chiusura dell’unità commerciale.

Gli altri quattro lavoratori in nero sono invece stati scoperti dai finanzieri della Compagnia di Chieti nel corso di attività ispettive effettuate nel settore dello spettacolo. L’organizzatore dell’evento, non aveva provveduto né a richiedere il certificato di agibilità attestante il regolare versamento dei contributi previsti per la categoria e né a inoltrare le relative comunicazioni all’Inps.

“Tali attività operative - si legge in una nota della GdF, -  sono state mirate non soltanto al recupero dei tributi evasi, ma  finalizzate anche e soprattutto ad incidere concretamente sull’attuale diffusione dell’illegalità fiscale, finanziaria ed economica e sui negativi effetti che questo produce”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento