Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Lanciano

Lanciano: l'associazione MirAl lancia l’emergenza ratti

L'associazione è sommersa da mail, telefonate e segnalazioni riguardanti casi di degrado delle strade di Lanciano lasciate all'abbandono. Ora arrivano anche i ratti

Non passa giorno in cui l’associazione “MirAl” non sia sommersa da mail, telefonate e segnalazioni riguardanti casi di degrado delle strade di Lanciano lasciate all’abbandono.

"Molte zone della nostra città, sia del centro che della periferia, per vari motivi sono lasciate all’abbandono - denunciano Miriam Casturà e Alex Caporale - Erba alta, rovi ai cigli della strada, che oltre a ostacolare il passaggio pedonale, soprattutto per chi vive il disagio della disabilità, ostacolano anche la visibilità stradale alle automobili e, come più volte abbiamo ripetuto, non possiamo sottovalutare la questione igiene-salute pubblica: rovi e arbusti incentivano il proliferare di insetti, zecche e ora anche segnalazioni di ratti di grandi dimensioni. Purtroppo è una conseguenza che si temeva".

L’associazione MirAl chiede all'amministrazione di Lanciano di adoperarsi al più presto sia per la manutenzione delle strade, tenendole pulite, sia per controllare l’igiene dei cassonetti dei rifiuti urbani.

"Molti cittadini - sottolineano Caporale e Casturà - si chiedono se i cassonetti vengono mai lavati e disinfettati con enzimi “mangiatori”, dato che pare siano lavati solo esternamente e forse solo con prodotti che combattono il cattivo odore. Sul sito della ditta appaltatrice che si occupa di raccolta rifiuti a Lanciano, tra i servizi vi è specificata la nota “lavaggio cassonetti”, quindi riteniamo sia un servizio compreso nel prezzo, ovvero nella tassa che i cittadini già versano".

MirAl inoltre propone che si realizzino le piazzole cementificate ove posizionare i cassonetti dei rifiuti per agevolarne la pulizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano: l'associazione MirAl lancia l’emergenza ratti

ChietiToday è in caricamento