rotate-mobile
Cronaca

La lotta all'obesità inizia dalla scuola, progetto Coni-Regione

Protocollo d'intesa sottoscritto da Regione Abruzzo, Coni, Ufficio scolastico regionale e le Università di Chieti-Pescara e L'Aquila, il progetto partirà da subito nelle scuole primarie. Il presidente del Coni, Malagò: "La scelta dell'Abruzzo è lungimirante"

L'assessorato alla Programmazione sanitaria della Regione Abruzzo e il Coni avviano un progetto di promozione nelle scuole dell'attività motoria e di corretti stili alimentari. Un protocollo d'intesa è stato sottoscritto da Regione Abruzzo, Coni, Ufficio scolastico regionale e le Università di Chieti-Pescara e L'Aquila. La firma sabato dall'assessore alla Programmazione sanitaria Silvio Paolucci, il presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò e quello regionale Enzo Imbastaro, il direttore dell'Ufficio scolastico regionale Ernesto Pellecchia, il Rettore dell'Università di Chieti-Pescara Carmine Di Ilio e la docente Maria Giulia Vinciguerra dell'Università dell'Aquila.

In Abruzzo circa il 40% dei bambini è affetto da problemi di obesità, un dato che pone la regione negli ultimi posti della classifica nazionale. "Sappiamo benissimo che i numeri sull'obesità che riguardano i bambini abruzzesi hanno bisogno di attenzione - ha dichiarato Paolucci - ed è in questo senso che abbiamo deciso di investire in prevenzione con un progetto che porta l'attività motoria e non solo nelle scuole della nostra regione. Già dal 2015 le azioni contro l'obesità dei bambini entreranno nei Livelli essenziali di assistenza. Naturalmente - prosegue l'assessore - ci siamo rivolti in primis al Coni e a seguire alle Università e all'istituzione scolastica, mettendo insieme la competenza sportiva, quella scientifica delle Università e l'organizzazione territoriale delle scuole".

Finanziato dalla Regione con oltre un milione di euro, il progetto partirà già da quest'anno scolastico e interesserà le classi prima e seconda delle scuole primarie. Le tappe del progetto prevedono l'elaborazione di convenzioni specifiche e di un bando pubblico per il reperimento dei docenti di Scienze motorie che andranno a sviluppare i progetti nelle scuole. L'avvio è previsto per il mese di ottobre. "La scelta dell'Abruzzo di finanziarie il progetto di prevenzione - ha detto il presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò - è lungimirante. Il Coni investe circa 10 milioni di euro l'anno in iniziative extra sportive perché dobbiamo essere in grado di leggere e interpretare i cambiamenti in atto anche nello sport".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lotta all'obesità inizia dalla scuola, progetto Coni-Regione

ChietiToday è in caricamento