Arresti domiciliari in Abruzzo per il padre del dj (accoltellato) Joseph Capriati

Il 61enne Pietro Capriati è accusato di aver accoltellato suo figlio, noto dj di Ibiza nell'abitazione di Caserta

Arresti domiciliari in Abruzzo per Pietro Capriati, il 61enne accusato di aver accoltellato suo figlio, il noto dj Joseph Capriati di 33 anni, a Caserta. Questa la decisione del gip Orazio Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere all'esito dell'udienza di convalida celebrata al carcere militare sammaritano dove il 61enne, ex vice commissario della polizia penitenziaria, si trovava ristretto da sabato. 

Jospeph Capriati, che di solito vive in Spagna, era tornato nella sua Caserta per la pandemia. Qui, presso l'abitazione dei genitori, sarebbe scoppiata la lite con il padre. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il dj avrebbe sferrato un pugno al padre durante una colluttazione ed il padre ha risposto accoltellandolo. Un solo colpo che ha ferito il 33enne, il quale è stato immediatamente trasportato al Pronto soccorso dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

Intanto, trapela un certo ottimismo sulle condizioni di Joseph Capriati. Il dj è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico ed a quanto pare il quadro clinico è in miglioramento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento