menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l'apparecchiatura sequestrata

l'apparecchiatura sequestrata

Installa apparecchio per 'spiare' in casa: denunciato quarantenne

La moglie dopo essersi insospettita si è rivolta alla polizia che in poche ore ha "risolto" il caso

Aveva installato in casa un'apparecchiatura per intercettare le comunicazioni a distanza l’operaio quarantenne della provincia di Chieti denunciato dalla polizia giudiziaria. L’indagine è scattata ieri mattina dopo la denuncia querela della moglie, insospettita dal fatto che l’uomo potesse aver installato un apparecchio per ‘controllare’ ciò che avveniva nell'abitazione in sua assenza, reato punito dall’articolo 617 bis che tutela l’inviolabilità del domicilio.

Gli agenti di polizia, coadiuvati dalla Scientifica della Questura di Chieti, si sono quindi recati nell’abitazione della coppia con un decreto di perquisizione per verificare quanto segnalato: qui hanno sequestrato l’apparecchiatura trovata. A nulla sono valse le giustificazioni dell’uomo: la polizia lo ha denunciato per installazione abusiva di apparecchiature idonee ad intercettare a distanza le comunicazioni altrui.

La polizia precisa che il reato punito dall’articolo 617 bis prevede la pena di reclusione da 1 a 4 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento