Cronaca

Tagli orari e servizi alla Chieti solidale: i sindacati chiedono un incontro urgente

Vogliono chiarezza alla luce degli ultimi tagli imposti dall'amministrazione comunale e non escludono la proclamazione dello stato di agitazione, con le relative ripercussioni sulla cittadinanza che fruisce dei servizi

Riduzioni di orario lavorativo e conseguenti tagli dei servizi all'utenza cittadina da parte della Chieti solidale. Lo denunciano i sindacati Usb Pi, Cgil Fp, Cisl Fp, Conbfsal Fp dopo le ultime comunicazione dei dipendenti. Per questo, in una lettera inviata al presidente Alfiero Corbo, al direttore Angelo Romano e al sindaco Umberto Di Primio chiedono un incontro urgente, pena l'avvio di tutte le azioni necessarie a proclamare lo stato di agitazione del personale dell'Azienda, con le relative ripercussioni sulla cittadinanza che fruisce dei servizi dell'Asm Chieti Solidale.

"Nonostante quelli che sembravano proficui incontri di fine ottobre finalizzati a ridurre al minimo e omogeneizzare il più possibile i tagli alle ore lavorative del personale ed ai servizi all'utenza, non si è giunti ancora alla firma di nessun verbale di accordo poiché mancava ancora la determina dirigenziale che esplicitava chiaramente le intenzioni dell'smministrazione comunale" fanno presente Silvio Di Primio Giuseppe Rucci, Vincenzo Traniello e Smeraldo Ricciuti.

Non è chiaro, quindi, quali e quanti servizi tagliare e di conseguenza quali e quanti dipendenti saranno oggetto di decurtazioni di orario. I sindacalisti inoltre denunciano di non aver avuto alcuna informazione dell'avvenuta ratifica da parte del CdA dell'Azienda dei provvedimenti decisi dall'amministrazione comunale. "Pertanto, chiediamo un incontro urgente al fine di avere tutte le informazioni necessarie a tutelare sia i dipendenti dell'Azienda e sia la cittadinanza che dovrà subire i tagli imposti dall'amministrazione comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli orari e servizi alla Chieti solidale: i sindacati chiedono un incontro urgente

ChietiToday è in caricamento