menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco di Atessa incontra i vertici provinciali dei Carabinieri

Su richiesta dell'amministrazione, è stata esaminata la situazione dell’ordine pubblico dopo alcuni episodi di criminalità, come i bancomat esplosi e i furti in casa

Gli ultimi controlli, straordinari, a tappeto, sul territorio, risalgono a qualche giorno fa. E questa mattina, in Comune, ad Atessa, c'è stato un incontro tra il sindaco, Giulio Borrelli, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Florimondo Forleo, e il capitano della compagnia di Atessa, Alfonso Venturi.

Su richiesta dell'amministrazione, è stata esaminata la situazione dell’ordine pubblico dopo alcuni episodi di criminalità, collegati al periodo natalizio, accaduti nelle ultime settimane, come i bancomat fatti esplodere a Bomba e Paglieta, ricadenti nella giurisdizione dei carabinieri di Atessa. Inoltre, si sono verificati anche alcuni furti in abitazione.

I vertici provinciali dell’Arma hanno sottolineato che, nonostante gli episodi citati, la situazione è sotto controllo, sia per quel che concerne i furti, sia in generale per quello che riguarda l’ordine pubblico.

“I carabinieri – dice Borrelli - stanno intensificando il pattugliamento delle strade per aumentare anche la sicurezza percepita dai cittadini. I servizi straordinari di controllo si andranno a sommare ai normali servizi quotidiani e saranno ripetuti con costanza, anche a livello preventivo”.

Il primo cittadino ha ringraziato l’Arma per il lavoro che svolge e ha comunicato che investirà anche il Prefetto per una valutazione più complessiva dell’ordine e della sicurezza sul territorio, anche al fine di eventuali misure aggiuntive nell’ambito delle forze dell’ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento