menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
castello Roccascalegna, foto Elisa Bistocchi

castello Roccascalegna, foto Elisa Bistocchi

Riparte l’orario estivo di vista alle Grotte del Cavallone e al Castello Medievale di Roccascalegna

Con l’avvio della stagione estiva riaprono le porte le mete turistiche di maggiore interesse del territorio del Sangro Aventino, pronti ad accogliere turisti ed escursionisti provenienti da tutta Italia e non solo.

Sono molti i luoghi che si possono visitare nel Sangro Aventino durante tutto l’anno: l’Abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia, il Polo Museale e il Museo Diocesano di Lanciano, i centri visita del Parco Nazionale della Majella di Fara San Martino e Lama dei Peligni, il Museo dell’Orso Marsicano e l’Area Faunistica dell’Orso Bruno di Palena.

A partire dal 1 luglio sarà possibile visitare tutti i giorni le suggestive Grotte del Cavallone, situate sul versante orientale della Maiella (condivisa dai comuni di Lama dei Peligni e Taranta Peligna), il bellissimo Eremo Celestiniano Madonna dell’Altare, incastonato sulle pendici del Monte Porrara a Palena e l’ormai più che famoso Castello Medievale di Roccascalegna, arroccato su un masso arenario alto più di 100 metri.

Già operativi, seppur con un orario ridotto, in attesa dell’apertura continua del mese di agosto, sono invece il Castello Ducale di Casoli e il Parco Archeologico e Museo di Iuvanum. Sempre visitabili le Riserve Naturali Regionali che caratterizzano questo angolo d’Abruzzo che va dalla Maiella ai Trabocchi, come il Lago di Serranella, l’Abetina di Rosello, la Lecceta di Torino di Sangro e le Cascate del Verde, come anche al Parco Arocheologico Naturalistico del Monte Pallano, nel territorio di Tornareccio. Su prenotazione aprono il Museo del Peperone Dolce di Altino (aperto i week end di Agosto), il Museo Sassu di Atessa, il Museo Etnografico di Bomba e la Casa Museo Palazzo Mayer di Fossacesia.

Per mettere in rete e rendere più accessibile la visita di questi incantevoli luoghi, da 9 anni esiste la Sangro Aventino Card:  una carta sconti e guida informativa suddivisa in 4 macro aree (Costa dei Trabocchi, Lanciano, Maiella Orientale e Val Di Sangro), dove sono presenti tutte le informazioni da consultareprima di partire. La card garantisce ai possessori l’accesso ai siti del circuito con biglietto ridotto o la visita guidata con tariffa ridotta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento