rotate-mobile
Cronaca

Furto in casa di un'anziana teatina con le finte dipendenti Asl: arrestato dalla squadra mobile

L'uomo, un 32enne di Vasto, è ritenuto responsabile dei reati di furto pluriaggravato e indebito utilizzo di carte di pagamento

Un trentaduenne di Vasto è stato arrestato ieri dalla squadra mobile di Chieti con l'accusa di furto pluriaggravato e indebito utilizzo di carte di pagamento.

I fatti risalgono a settembre dello scorso anno, quando due donne si presentarono in casa di un’anziana teatina spacciandosi per dipendenti della Asl e le rubavano, all’interno della sua abitazione, ben 1.300,00 euro oltre che della carta bancomat nel borsello custodito in camera da letto.

Immediatamente dopo il furto, un uomo aveva effettuato un prelievo fraudolento di 600,00 euro con la carta sottratta all’anziana presso uno sportello Atm dell’ufficio postale sito nel limitrofo comune di San Giovanni Teatino.

Le indagini avviate dalla Squadra Mobile permettevano di individuare, dalle analisi delle immagini acquisite nei pressi dello sportello bancomat, seppur di scarsa qualità, alcuni elementi che hanno permesso di individuare l’uomo travisato con mascherina, occhiali da sole e berretto tipo baseball, il probabile autore del prelievo fraudolento.

Le investigazioni hanno condotto all 32enne, arrestato ieri dal personale della III^ sezione “Reati contro il patrimonio e in danno della P.A.” della squadra mobile in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa su richiesta della procura della Repubblica di Chieti.

L'uomo è finito nella casa circondariale di Viterbo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in casa di un'anziana teatina con le finte dipendenti Asl: arrestato dalla squadra mobile

ChietiToday è in caricamento