Ciao Lorenzo, tanta commozione al funerale del ragazzo morto durante una partita di calcetto

Domenica pomeriggio il funerale del giovane scomparso giovedì scorso mentre giocava a calcetto a Francavilla al mare

Si è svolto questo pomeriggio nella chiesa della Santissima Trinità il funerale di Lorenzo Verna, il ragazzo di 15 anni scomparso durante una partita di calcetto giovedì scorso. Una chiesa gremita e commossa si è stretta attorno al dolore di mamma Manuela e papà Corrado all’ingresso della bara bianca. Una sofferenza composta e riservata. Durante la funzione il parroco don Claudio Pellegrini ha ricordato "le tre grandi passioni di Lorenzo: la famiglia, la sua Francavilla al Mare e il calcio".

Nel periodo estivo Lorenzo si trasferiva da Milano, dove frequentava l'istituto paritario "Freud", a Francavilla. dove invece aveva vissuto i primi anni dell’adolescenza e alla quale era legatissimo. Lorenzo diceva sempre che un giorno sarebbe diventato famoso, magari nel calcio, la sua passione più grande.

Giocava nella formazione del Calvairate. I colori sociali della squadra milanese sono il rosso, il bianco e il blu. "Il rosso è il colore dell’amore ma anche del pericolo, ci ricorda che siamo fragili – ha spiegato nell’omelia don Claudio –  il bianco rappresenta la purezza d’animo, il blu ci fa pensare al cielo, all’infinito in un ricordo che non svanirà mai".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Tragico incidente: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna di Chieti

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

Torna su
ChietiToday è in caricamento