rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza Padre Valignani

Il nuovo look di piazza Valignani: una fontana da 250mila euro

Oltre alla fontana a getti d'acqua, verranno dislocate sette panche in pietra e acciaio. L'ex assessore Febo: "Con un ventesimo della spesa si poteva ripristinare la fontana di Brecciarola e spendere il resto per concludere i troppi lavori incompiuti"

Sono partiti ieri mattina i lavori di installazione di una fontana in piazza Valignani. Dureranno due mesi e mezzo, fino all’11 ottobre 2014, secondo i piani dell’amministrazione comunale che ha affidato il progetto allo Studio Opera Architetti Associati di Augusto Capone e Gianfranco Scatigna, impresa esecutrice la Diodato Srl. Quello che sta avendo luogo una delle piazze centrali della città, è il primo progetto di realizzazione dell’arredo urbano del centro storico.

IL PROGETTO Oltre alla fontana a  getti d’acqua al centro della piazza, all’interno di un cerchio in cubetti di porfido bianco antistante il Teatro Marrucino, il Palazzo Vescovile ed il Palazzo della ex-Banca d’Italia, con sistema luminoso, verranno dislocate tre panche collettive in pietra con incise le evocazioni di Selecchy, Chiarini e Barbella. Altre quattro panchine in metallo verranno invece dislocate in piazza Vico.

I lavori sono stati presentati in conferenza stampa dal sindaco Di Primio: ”Si tratta di un intervento di qualificazione del nostro corso - ha dichiarato – ed è un progetto risalente a tre anni fa e perfezionatosi con il tempo che introduce degli elementi nuovi, ma soprattutto in armonia con il contesto del centro storico. Ciò che oggi andiamo a realizzare diventerà elemento caratterizzante della storia della nostra città”.

Il finanziamento complessivo del progetto è di  250.000 euro, di cui 50 mila tramite Mutui Cassa Depositi e Prestiti e 200mila  mediante fondi Fers.

CRITICHE Non mancano le critiche, come quella dell’ex assessore ai Lavori Pubblici Luigi Febo, per il quale sicuramente 250mila euro potevano essere meglio spesi altrove.

“L'amministrazione si concede il lusso di realizzare una fontana dall'incredibile budget quando le casse comunali sono prosciugate – sottolinea- e le periferie versano nell'incuria più totale: il sistema fognario è assente a Vallone Fagnano, l'asfalto marziano in quasi tutte le strade comunali dello Scalo o la situazione delle strade di raccordo alle provinciali con cartellonistica obsoleta, decadente, invisibile per la vegetazione sempre più fitta. Solo per citare alcuni problemi urgenti”. Questo oltre al fatto che, come le fontane del  Tricalle e di piazzale Marconi, anche per la fontana in piazza Valignani si teme possa finire nel degrado, non funzionante.

. E invece – conclude Febo - ecco una nuova fontana, un nuovo buco nell'acqua dell'amministrazione Di Primio. Sempre se di acqua ce ne sarà”.

piazza valign-2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo look di piazza Valignani: una fontana da 250mila euro

ChietiToday è in caricamento