menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondo Patronati, sit-in prefettura contro i tagli del Governo

Dalle 9 alle 12 presidio unitario di Cgil Cisl e Uil e di tutti i patronati del Cepa: Acli, Inas, Inca e Ital per sensibilizzare cittadinanza e istituzioni sui tagli al Fondo patronati contenuti nel testo della legge di Stabilità 2016

Patronati e sindacati cittadini contestano i tagli al Fondo patronati contenuti nel testo della legge di Stabilità 2016 in discussione al Parlamento e manifestano per sensibilizzare le istituzioni locali e la cittadinanza. Dalle 9 alle 12 questa mattina davanti alla prefettura di Chieti si svolgerà un presidio unitario di Cgil Cisl e Uil e di tutti i patronati del Cepa: Acli, Inas, Inca e Ital.

“Anche quest’anno il Governo interviene in modo pesante sul Fondo Patronati – si legge in una nota congiunta -  Dopo il taglio di 35 milioni stabilito lo scorso anno viene è prevista una ulteriore diminuzione strutturale del Fondo pari al 15,6%. Nonostante dopo il primo passaggio al Senato il taglio sia passato da 48 a 28 milioni, l'intervento danneggerà comunque l'attività di pubblica utilità svolta dai patronati. Il taglio inoltre non costituirebbe un risparmio per lo Stato, che per mantenere lo stesso livello di assistenza dovrebbe spendere molti più soldi di quanti ne sottrae al fondo”. Già nell'autunno del 2014 attorno a questi temi si era creata una grande mobilitazione e 1 milione 180 mila utenti avevano firmato una petizione contro il taglio al fondo.

L’anno scorso, ricordano i patronati del Cepa, nella sola provincia di Chieti 26 addetti distribuiti in 27 uffici hanno lavorato gratuitamente più di 40 mila pratiche oltre alla quotidiana assistenza e consulenza garantita a migliaia di donne e uomini alle prese con i rapporti, sempre più complicati, con enti previdenziali ed assistenziali.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento