rotate-mobile
Cronaca Lanciano

Fondi per la non autosufficienza, a Lanciano arrivano 218 mila euro

I fondi concessi dalla Regione Abruzzo al Comune di Lanciano dove ci sono 1.800 i disabili. I finanziamenti sono stati ripartiti per migliorare l'organizzazione delle risorse umane e strumentali dei singoli settori

Ammontano a 218 mila euro i fondi che la Regione Abruzzo ha concesso al Comune di Lanciano per il Piano locale per la non autosufficienza 2014.

Come spiegato dall'assessore alle Politiche sociali, Dora Bendotti, la ripartizione dei finanziamenti è scaturita dalla reale analisi dei bisogni del territorio, condiviso con sindacati, Asl e portatori di interessi. A Lanciano ci sono 1.800 i disabili di cui 1.500 over 65, e 1.272 anziani over 85. A beneficiare  dell'assistenza domiciliare sono 104 disabili, 45 per l'Adi, cifra drasticamente scesa rispetto al 2013; 17 sono i malati psichiatrici, 83 i disabili che usufruiscono del servizio di trasporto.

Alle attività relative al piano per la non autosufficienza sono destinati circa 131 mila euro così suddivisi: 59 mila euro per l'assistenza domiciliare, 30 mila per l'assistenza integrata (Adi), 9mila per il trasporto disabili, 9 mila per il centro diurno Anffas, 20 mila per "Il Cireneo Onlus" che si occupa di bambini autistici, 3.922 euro per l'assistenza ai malati psichiatrici. 87 mila euro sono invece stati stanziati per la disabilità gravissima certificata dalla Asl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi per la non autosufficienza, a Lanciano arrivano 218 mila euro

ChietiToday è in caricamento