menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corso Marrucino: "Klaus non può fare concerti"

Il flautista di strada è incappato in un agente di polizia municipale che gli ha intimato una singolare richiesta: può suonare solamente camminando, senza fermarsi nelle piazze

Da qualche giorno il flauto di Klaus Peter Diehl incanta con le sue note il centro storico teatino. Ieri mattina però, nei pressi dei portici lungo corso Marrucino, il buskers della musica classica che ha scelto di vivere suonando per le strade, è incappato in un agente di polizia municipale che gli ha intimato una singolare richiesta: può suonare solamente camminando, senza fermarsi nelle piazze. Altrimenti rischia una multa per aver suonato in luogo pubblico senza avere il permesso dell'amministrazione comunale.

E così Klaus, senza scomporsi, ha riposto nella borsa il suo flauto e si è allontanato in bicicletta, tra gli applausi dei presenti. Qualcuno lo ha visto continuare a suonare camminando.

EX BANCARIO . E' ormai nota la storia di Klaus Peter Diehl, ex bancario nato a Magonza, in Geremania, 49 anni fa. Direttore d'orchestra, collaboratore di grandi star della musica pop, il flautista ha scelto di fare il musicista di strada. Da qualche anno improvvisa concerti in diverse città d'Italia e ultimamente aveva scelto Chieti come palcoscenico. Sperando che nessuno gli impedisca di continuare a suonare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento