rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Gessopalena

Si fingono avvocati e carabinieri per raggirare gli anziani con la truffa del finto incidente

Nuovi casi a Gessopalena e Lettopalena: le vittime convinte a pagare una cauzione per il fantomatico arresto del figlio che avrebbe causato un incidente. Appello a segnalare auto o persone sospette

Nuove truffe ai danni di persone anziane si registrano in provincia di Chieti. Nella mattinata di ieri, 1° marzo, ne è rimasta vittima una coppia di Gessopalena, come riporta sui social il sindaco Mario Zulli.

“I malfattori, fingendosi avvocato e carabinieri, hanno comunicato telefonicamente alla coppia un fantomatico arresto del figlio, reo di aver causato un incidente - spiega il primo cittadino - Quindi hanno richiesto il pagamento di una cauzione e si sono recati presso l'abitazione delle vittime, provate per la situazione rappresentata, per farsi consegnare denaro, oro e carta di credito”.

L'episodio è stato denunciato dalla famiglia ai carabinieri. “Raccomando a tutti la massima attenzione – è l'appello del sindaco Zulli - e invito a segnalare immediatamente alle forze dell'ordine o al sottoscritto eventuali telefonate anomale nonché la presenza di persone sospette sul territorio comunale”.

Giorni fa un episodio simile si era verificato anche a Lettopalena. “Una nostra concittadina ne è stata vittima, soggiogata fino a perdere ciò che aveva di prezioso, non tanto per il valore in sé ma per il legame che rappresentava – si legge in un appello social del Comune - Aiutateci a trovare chi si prende gioco della sensibilità dell'altro, chi lucra sull'amore di una madre per il figlio, chi non ha pietà e rispetto del vissuto di chi risponde a quel telefono! Chiunque abbia visto persone e auto sospette ci avvisi, qualsiasi informazione più essere utile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingono avvocati e carabinieri per raggirare gli anziani con la truffa del finto incidente

ChietiToday è in caricamento