Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Piazza Mazzini - Villa Comunale

La festa dei popoli punta i riflettori sulle tragedie di Siria e Venezuela

La tradizionale manifestazione per favorire l'incontro e lo scambio tra culture, quest'anno si arricchisce di momenti di riflessioni più significativi, oltre al programma di gioco, festa e laboratori

Torna domenica 8 aprile la Festa dei popoli, tradizionale manifestazione organizzata dalla Caritas diocesana, con l’obiettivo di favorire l’incontro e lo scambio tra culture diverse, sul fronte delle tradizioni, della gastronomia, delle religioni e una particolare attenzione alla tragica condizione attuale del Venezuela e della Siria

L’evento, che gode del patrocinio di Comune di Chieti, prefettura e università d’Annunzio, è allestito in collaborazione con le associazioni Centro di servizio per il volontariato, Comunità Papa Giovanni XXIII, Centro provinciale Istruzione Adulti, Il mondo alla rovescia, Profumi d’Oriente, Camminando Insieme, La compagnia del sorriso, Tutti insieme si può, Riciclando insieme, Nucleo Operativo Theate (Protezione Civile), Baobab, Bohio, Sao O Roma, Bellydance School Jasmine, Le mille e una notte, Nessuno Escluso (Aicne), Akis e moltissime altre. 

Forniranno un notevole contributo alla festa le varie comunità di immigrati residenti sul territorio diocesano di Chieti-Vasto e delle diocesi limitrofe: in un posto solo, la villa comunale, sarà possibile viaggiare dall’Italia al Brasile, dal Senegal al Venezuela, da Cuba all’Albania, passando per Romania, Perù, Repubblica Dominicana, Marocco, Egitto, Siria, Nicaragua, conoscendo meglio le etnie rom e sinti, oltre a molte altre.  

Quest’anno la Caritas ha scelto come tema di riflessione “Il mondo un grande quartiere. Identità religiose e identità territoriali” e il presentatore Emanuele La Plebe Cellini sarà il filo conduttore del viaggio attraverso il pianeta, tramite attività varie e variegate. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa dei popoli punta i riflettori sulle tragedie di Siria e Venezuela

ChietiToday è in caricamento