Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

La Finanza festeggia i 243 anni e fa il bilancio dei primi cinque mesi di contrasto al crimine

La cerimonia si è svolta stamattina, nella caserma "Fin. Mario Tacconelli", sede del Comando provinciale, alla presenza delle principali autorità civili e militari locali, con una rappresentanza di finanzieri in servizio nel capoluogo e in congedo dell'Anfi

La Guardia di Finanza fa festa per il 243esimo anniversario dalla fondazione del Corpo e traccia il bilancio dei primi cinque mesi di attività nel corso del 2017. La cerimonia si è svolta stamattina, nella caserma “Fin. Mario Tacconelli”, sede del Comando provinciale, alla presenza delle principali autorità civili e militari locali, con una rappresentanza di finanzieri in servizio nel capoluogo e in congedo dell’Anfi. 

Dopo la lettura del messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dell’ordine del giorno del comandante generale Giorgio Toschi, teatino di nascita, sono state consegnate le ricompense di carattere morale ai finanzieri che, nell’ultimo anno, si sono distinti nelle varie attività operative. Il comandante provinciale Colonnello Serafino Fiore ha espresso soddisfazione per l’impegno profuso dalle Fiamme Gialle nei primi mesi di quest’anno. 

Da gennaio a maggio è stata posta particolare attenzione nella lotta all’evasione fiscale e nel contrasto al lavoro irregolare. Sono stati effettuati 1.164 controlli strumentali e su strada, 100 fiscali e altri 58 di verifica sui tributi. Sono stati denunciate 7 persone per reati tributari e sequestrati 234mila e 26 euro. I finanzieri hanno individuato 24 evasori totali e riscontrato il 14,76% delle irregolarità dai controlli strumentali. Sul fronte lavorativo, sono stati scoperti 23 lavoratori in nero e 138 irregolari, mentre 28 sono stati i datori di lavori che non hanno rispettato le regole in termini di occupazione. 

Un altro importante settore di azione delle Fiamme Gialle è la vigilanza sulla spesa pubblica e su quella sanitaria. In materia di fondi strutturali alle spese dirette, è stato eseguito un intervento, finito con la scoperta di 48mila euro percepiti indebitamente e una persona denunciata. Altre 18 sono state denunciate per aver ottenuto senza averne titolo 155mila 483 euro di incentivi alle imprese. Sono stati effettuati 7 controlli per la spesa sanitaria ed è stata accertata una froda da 2.297 euro, con 5 persone denunciate. Una persona è stata segnalata per danno erariale, di 304mila 965 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Finanza festeggia i 243 anni e fa il bilancio dei primi cinque mesi di contrasto al crimine

ChietiToday è in caricamento