menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Famiglia con disabile attende l'alloggio popolare da tempo: tra una settimana lo sfratto

La famiglia Di Luzio incontra il sindaco Di Primio assieme a Casapound per trovare una soluzione

Quattro ingiunzioni di sfratto, l'ultima e definitiva prevista per il 4 maggio prossimo. E' il dramma della famiglia Di Luzio,composta da 4 persone di cui una con una disabilità pari al 75%, che, dall'oggi al domani potrebbe ritrovarsi in mezzo a una strada nonostante abbia fatto domanda per l'assegnazione di un alloggio popolare da tempo.

Questa mattina l'incontro con il sindaco per trovare una soluzione all'emergenza abitativa di questo nucleo famigliare, accompagnati dal responsabile teatino di Casapound Francesco Lapenna, a cui la famiglia si è rivolta.

"Ci siamo da subito attivati - riferisce Lapenna - per farci carico della battaglia di questa famiglia italiana in difficoltà, composta da quattro persone di cui una con una disabilità pari al 75%, che, dall'oggi al domani potrebbe ritrovarsi in mezzo a una strada nonostante abbia fatto domanda per l'assegnazione di un alloggio popolare ormai già da parecchi mesi. Quella della famiglia Di Luzio - continua - è una situazione intollerabile: il Comune deve necessariamente trovare per loro una soluzione dignitosa; non è pensabile che si continui a rimpallare la responsabilità di questa emergenza dilatando i tempi delle assegnazioni e dei colloqui.

CasaPound Italia si schiera con forza, ancora una volta, a fianco del nostro popolo e, oltre ad aver accompagnato la famiglia Di Luzio stamani dal sindaco, continuerà questa battaglia insieme a loro fino a quando non verrà assegnata un'abitazione a questo nucleo familiare".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento