Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Piazza Giuseppe Garibaldi

Esercitazione di Protezione Civile, bambini simulano un forte terremoto in piazza Garibaldi

L'esercitazione ha permesso di illustrare alla cittadinanza il Piano di Protezione Civile del Comune in caso di calamità: in settimana la Croce Rossa provvederà a far avere alle famiglie i depliant informativi

Circa 200 alunni con le maestre della scuola primaria di via Arniense simulano assieme alla Croce Rossa di Chieti un terremoto con evacuazione dall’edificio. E’ successo sabato mattina in piazza Garibaldi. Dopo uno sciame sismico che ha spinto l’attivazione della procedura operativa prevista dal Piano Comunale di Protezione Civile, è stata simulata una scossa di terremoto di magnitudo 5,8 della scala Richter (7° della scala Mercalli) che ha provocato la caduta di numerosi fumaioli e varie lesioni agli edifici circostanti, oltre a comportare il ferimento di numerosi residenti.

In piazza si è avuta l’attivazione una delle aree di attesa e, onde soccorrere i feriti e prestare i primi aiuti alla popolazione, è stato richiesto l’invio di più mezzi di soccorso che di lì a poco hanno portato l’essenziale per allestire una struttura attendata. Contestualmente è stata attivata la Sala Operativa Centrale e riunita l’Unità di Crisi Locale.

Al termine dell’esercitazione è stata illustrata alla cittadinanza presente l’esistenza del Piano di Protezione Civile del Comune di Chieti che in caso di calamità, prevede la costituzione di  35 aree di attesa della popolazione dislocate sull’intero territorio comunale; 4 aree di ammassamento per soccorritori e risorse (previste presso il centro sportivo di S. Martino, l’area della Casa dello studente in viale Unità d’Italia; il Palatricalle  e presso il Centro sociale di via Amiterno); 7 aree di ricovero della popolazione (Foro Boario, Campo sportivo Celdit, Campo sportivo Ciapi, Centro sportivo Peep Tricalle, Centro sportivo Peep Madonna del Freddo, Polivalente in zona Filippone, stadio S. Filomena).

“L'obiettivo dell'esercitazione – ha dichiarato il consigliere delegato alla protezione Civile, Achille Cavallo - è evidenziare criticità e fornire spunti di riflessione per la correzione dei comportamenti e per la programmazione di interventi indispensabili per il miglioramento del livello di sicurezza nella gestione dell'emergenza sisma”.

Da questa settimana il comitato locale Cri fa sapere che provvederà a far avere alle famiglie teatine depliant che illustreranno tutte le varie eventuali aree di attesa della popolazione, luoghi di prima accoglienza dove la popolazione viene individuata e suddivisa in base alle urgenze e ai bisogni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esercitazione di Protezione Civile, bambini simulano un forte terremoto in piazza Garibaldi

ChietiToday è in caricamento