menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

El Monaguillo, da Santo Domingo ai banchi del Galiani: "La musica mi ha salvato"

Manuel Florencio Wagner si è trasferito a Roccamontepiano da adolescente: "Rubavo il vino cotto per resistere alla noia", la passione per il rap lo ha fatto diventare una stella del web

Si chiama Manuel Florencio Wagner, in arte El Monaguillo, è nato nella Repubblica Dominicana 21 anni fa ma dall’adolescenza è vissuto a Roccamontepiano, frequentando l’istituto tecnico Galiani di Chieti. Molti lo ricorderanno come il rapper della scuola. Una passione coltivata negli anni ed esplosa nel 2014. Con altri giovani abruzzesi sta riscuotendo un notevole successo sul web, sia in Italia che in Sud America. L’ultimo video, “Belen”, in poco tempo ha raggiunto quasi 100 mila visualizzazioni

“Mi sono trasferito in Italia assieme a mia mamma nel 2010 - racconta – sono partito da una casetta di Roccamontepiano. Mia madre riuscì a portare in Italia me e mia sorella per offrirci un futuro migliore. A Santo Domingo la situazione era molto delicata: c’erano tanta delinquenza e droga. Sono stato costretto a fuggire in seminario, da qui il mio soprannome Monaguillo, che significa uomo di chiesa ma non mi trovavo bene dato che non avevo nessuna vocazione sacerdotale. Ma anche una volta arrivato a Roccamontepiano – continua Florencio - la situazione non era facile: i rapporti con il vicinato non erano buoni e attorno casa c’era solo il bestiame. Spesso andavo in cantina e prendevo di nascosto il vino cotto: volevo evadere da quella realtà che non mi piaceva. Poi ho capito che quella non era la soluzione”.

A quel punto è subentrata la musica. “Ho cominciato a dedicarmi al rapconscious, un genere che come obiettivo principale quello di evidenziare i problemi attuali e del passato, ottenendo subito buoni risultati soprattutto grazie ai professori del Galiani-De Sterlich che mi inserivano in tutti i progetti". 
E i riconoscimenti non tardano ad arrivare, come quello nel 2014 quale miglior compositore in Abruzzo con un pezzo che denuncia l'orrore degli anni di Adolf Hitler. Lo stesso anno si esibisce nel carcere di Lanciano con un brano favore dei diritti dei detenuti. Ma è nel 2015 che riceve un ulteriore riconoscimento, stavolta da parte del presidente della Repubblica, in merito ad un pezzo dedicato ai martiri che diedero la loro vita per darci un "oggi" migliore.

“Oggi la musica sta andando alla grande e collaboro con uno dei produttori più rilevanti della musica dominicana Yancarlos Medrano (Atomiko Kob) ragazzo emigrato in italia come me in cerca di un futuro migliore. A lui devo tutto”. Con il suo produttore El Monaguillo sta lavorando all'uscita del primo album, sotto la produzione della Sound time record.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

  


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento