Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Earth hour: monumenti e vetrine spenti per un'ora

Domani dalle 20.30 alle 21.30 si spegneranno i monumenti più rappresentativi delle principali località del chietino. A Chieti e Lanciano cena a lume di candela contro gli sprechi energetici e per finanziare le attività dell'associazione

Luci spente per un’ora, dalle 20.30 alle 21.30, in piazza G.B.Vico e in piazza San Giustino: arriva così domani (sabato 23 marzo) a Chieti l’Earth hour, “l’ora della terra”, un evento promosso in tutto il mondo dal Wwf per ridurre gli sprechi energetici e le emissioni di gas a effetto serra.

E proprio la sezione teatina dell’associazione ambientalista domani sarà in piazza Vico con un banchetto informativo a cui ci si potrà anche iscrivere e dare un contributo concreto. Ad animare la serata la performance dell’associazione culturale Il rogo: trampolieri e giochi di fuoco illumineranno la serata con i lampioni spenti. Anche molti negozi onoreranno l’ora della terra spegnendo fino alle 21.30 le vetrine e chiunque in casa può partecipare alla manifestazione mondiale per l’ambiente premendo gli interruttori in casa.

Quest’anno nei 150 Comuni italiani che hanno aderito – 40 in Abruzzo - il Wwf lancia una nuova sfida, “Io farò se tu farai”: celebrità, rappresentanti di istituzioni, cittadini comuni possono adottare uno stile di vita che riduca l’impatto ambientale. A cominciare dalla riduzione degli sprechi energetici o dell’uso dell’automobile, fino ad intraprendere un’alimentazione sostenibile.

I primi ad aderire sono stati gli alunni delle scuole elementari di via Bosio e del Villaggio Celdit: i loro impegni scritti su carta saranno mostrati in piazza e il Wwf invita a farlo anche tutti gli altri bambini della città.

Anche la Tecnojest srl, che insieme al Wwf sponsorizza a Chieti la manifestazione, si è impegnata concretamente a rispettare l’ambiente, installando nei propri uffici illuminazione a led che si spegne quando le persone escono dalla stanza.

La giornata dedicata alla terra si conclude al ristorante Nino con una cena a lume di candela del costo di 20 euro. Si può prenotare contattando il Wwf di Chieti al numero 320-2788489. Una parte del ricavato sarà devoluto alle attività dell’associazione.

Anche in provincia si celebra l’ora della terra: Vasto spegnerà il Castello Caldoresco, Fossacesia l’abbazia di San Giovanni in Venere, Ortona il Castello Aragonese. A Lanciano si spegneranno le luci di piazza Plebiscito, della Torre civica, del monumento ai Caduti e del municipio. E il Wwf zona frentana e costa teatina ha abbinato Earth hour alle battaglie condotte sul proprio territorio, organizzando per oggi (venerdì 22 marzo) alle 18 il convegno “Una sfida per il futuro: no al petrolio, sì alle rinnovabili” a palazzo degli Studi, in corso Trento e Trieste a Lanciano. Sarà l’occasione per ribadire un fermo no alla piattaforma Ombrina Mare.

In più nella serata di domani (sabato 23) dopo un raduno alle 20.20 in piazza Plebiscito, per immortalare lo spegnimento delle luci, all’enoteca Corvo torvo, in corso Roma, ci sarà una cena a lume di candela del costo di 20 euro. Si può prenotare scrivendo una mail all’indirizzo zonafrentana@wwf.it o chiamando il numero 333-9438808.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Earth hour: monumenti e vetrine spenti per un'ora

ChietiToday è in caricamento