Cronaca

Il distretto sanitario dà solo 40 biglietti, una cittadina chiama la polizia

Ancora caos al distretto sanitario di Lanciano, dove esauriti i numeri gli utenti vengono mandati indietro, nonostante arrivino entro l'orario fissato dagli avvisi sugli sportelli

Ancora problemi al distretto sanitario di Lanciano, da qualche giorno preso d'assalto da chi deve presentare la documentazione per il rinnovo dell'esenzione da reddito. Ieri (martedì 4 aprile) la Asl aveva diffuso una nota per rassicurare gli utenti, spiegando di aver predisposto due sportelli per lo stesso servizio, allo scopo di evadere il maggior numero di richieste. La direttrice Manola Rosato, però, aveva spiegato di non poter concludere le operazioni per più di un centinaio di utenti ogni mattina, chiedendo a chi non avesse urgenze di rimandare la procedura di qualche giorno. 

Questa mattina (mercoledì 5 aprile), però, c'era di nuovo il caos. Il distretto sanitario è aperto al pubblico dalle ore 8.30 alle 12.30 dal lunedì al venerdì, più le aperture pomeridiane nei giorni di mercoledì e giovedì, dalle 14.30 alle 16.30. Stamani, alle 10.30, i numeri erano già esauriti e, nonostante gli sportelli vuoti, non si faceva passare alcun utente. Tanto che gli animi si sono scaldati, e una cittadina ha chiamato la polizia, visto il servizio interrotto. 

"Sono arrivata alle 10.30 - racconta - ma non mi hanno dato il numero, spiegandomi che ogni mattina ne consegnano soltanto 40". Esaurite le pratiche di quei 40 utenti, però, gli addetti si occupano di altro, e chi arriva dopo, sprovvisto di numero, deve rinunciare e tornare il giorno dopo. E in effetti un avviso affisso all'interno del distretto spiega che, dal 3 aprile al 31 maggio prossimo, i numeri distribuiti saranno limitati, 40 al mattino e 20 nei due turni pomeridiani. Chi è sprovviso di numero, specifica il foglio "non potrà usufruire del servizio". 

"Io però - racconta ancora la cittadina - sono arrivata alle 10.15 e non mi è stato consegnato alcun numero, nonostante in uno degli avvisi si spieghi che i numeri utili all'accesso agli sportelli vengono consegnati la mattina dalle ore 8.30 alle 11.30. Ecco perché ho deciso di chiamare la polizia". Quando gli agenti sono arrivati, è stato confermato loro ciò che già viene spiegato agli utenti negli avvisi affissi sugli sportelli. E alla cittadina infuriata non è rimasto che ritentare, con più fortuna, nel pomeriggio. 

"Dicono di aspettare qualche giorno se non c'è fretta - si sfoga - ma chi presenta questa documentazione ha di sicuro fretta, altrimenti, senza i documenti per l'esenzione, rischia di dover pagare farmaci necessari, che avrebbe diritto a ottenere gratis". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il distretto sanitario dà solo 40 biglietti, una cittadina chiama la polizia

ChietiToday è in caricamento