Cronaca

Il cimitero "scoppia", Di Renzo sollecita i lavori per nuovi loculi allo Scalo

La disponibilità residua di loculi al cimitero di Chieti è ferma oggi a 4 posti, contro una richiesta di circa 50. Il consigliere sta predisponendo un odg per accelerare le procedure di realizzazione del nuovo cimitero di Chieti Scalo

Il cimitero di Chieti "scoppia": ad oggi la disponibilità residua di loculi a Sant'Anna è ferma a 4 posti, contro una richiesta di circa 50. E' il consigliere Palmerino Di Renzo, capogruppo di Alleanza per Di Primio a sollevare la questione.

"Analizzando la situazione del nostro cimitero verrebbe da dire che a Chieti è vietato morire - ironizza Di Renzo - e se non verranno assunte drastiche iniziative lo stesso nel giro di poco tempo sarà destinato a chiudere i battenti. Infatti l’attuale cella frigorifera è di quattro posti - continua - considerato che la richiesta media annuale è di circa 500/600 posti ed in ragione del fatto che è in programma la costruzione di circa 152 nuovi loculi, è di tutta evidenza che il problema potrebbe essere solo risolto parzialmente in fase emergenziale".

Perciò Di Renzo, a nome dell’Intergruppo Consiliare, sta predisponendo un apposito Ordine del giorno per sensibilizzare l’amministrazione sul problema e soprattutto per accelerare le procedure per far partire in tempi rapidi a realizzazione del nuovo cimitero di Chieti Scalo.

"L’intuizione del sindaco Di Primio di realizzare un altro cimitero - commenta  - si è subito rivelata vincente ed oggi anche un apposito studio geologico ha confermato l’idoneità dell’area individuata, per cui non ci sono più ostacoli che possano rallentarne l’iter burocratico".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cimitero "scoppia", Di Renzo sollecita i lavori per nuovi loculi allo Scalo

ChietiToday è in caricamento