Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Rifiuti pescaresi: non alla Casoni, solo il 5% se necessario

Il sindaco Umberto Di Primio dice che non permetterà ai rifiuti di Spoltore di essere smaltiti presso la Casoni, ma ha dichiarato la disponibilità a ricevere, al limite del 5% della residua capienza della discarica, i conferimenti della ditta Ambiente Spa

E' in corso la partita finale sui rifiuti e il sindaco di Chieti Umberto Di Primio ribadisce il no al conferimento dell'immondizia dalla discarica di Spoltore alla Casoni di Chieti.

"Non permetterò in nessun modo - ha detto - che i rifiuti che il Consorzio Ambiente Spa ha conferito fino ad oggi a Colle Cese vengano smaltiti presso la discarica di Casoni". Questa mattina durante la seconda convocazione del tavolo regionale sulla gestione dei rifiuti pescaresi Di Primio ha però dato la propria disponibilità a valutare la possibilità di ricevere nel limite del 5% della residua capienza della discarica, e solo se strettamente necessario, i conferimenti da parte di Ambiente Spa, così come è stato fatto per il Consorzio di Fara e per quello di Teramo. "Questo - ha aggiunto - alla luce delle riunioni tecniche, nonché all’appello ad una solidarietà regionale".

Con Colle Cese al collasso e una fetta politica che preme per far sembrare che la soluzione del problema sia unicamente nelle mani di Chieti, che succederà da lunedì? Di Primio ha assicurato che prima di assumere ogni decisione, vista l’importanza del tema, si confronterà con la maggioranza "certo di trovare al suo interno gli elementi utili ad assumere la decisione più giusta per Chieti e per l’Abruzzo".

Intanto l'assessore regionale alla Gestione dei rifiuti, Mauro Di Dalmazio, annuncia che la Regione ha predisposto un piano operativo per l'utilizzo delle riserve volumetriche delle discariche in esercizio per far fronte alla chiusura della discarica di Colle Cese per garantire continuità dei servizi di smaltimento dei rifiuti urbani pescaresi fino alla fine dell'anno, periodo nel quale si prevede la realizzazione dei nuovi impianti già autorizzati dalla regione Abruzzo. Il dettaglio del piano verrà presentato venerdì mattina nel corso di una conferenza stampa a Pescara.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pescaresi: non alla Casoni, solo il 5% se necessario

ChietiToday è in caricamento