menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dea di 2° livello: il Comitato civico teatino raccoglie firme

Dopo che il rinnovato gruppo di lavoro regionale si è riunito per elaborare il documento tecnico per il piano di integrazione funzionale fra gli ospedali di Pescara e Chieti, il Comitato civico chiede di riequilibrare la classificazione delle Unità Operative coinvolte

Dopo che il rinnovato gruppo di lavoro regionale si è riunito per elaborare un documento tecnico per il “Piano di integrazione funzionale fra i presìdi ospedalieri di Pescara e Chieti finalizzato ad assicurare le funzioni previste per un Dea di 2° livello”, e che dovrebbe “delineare la strategia di integrazione fra gli ospedali di Chieti e Pescara”, il Comitato civico di Salute Pubblica di Chieti torna a sollecitare gli interessati a riequilibrare la classificazione delle Unità Operative coinvolte e avvia una raccolta firme.

"Dovendo lo stesso documento tecnico individuare il presidio di afferenza dei mezzi di soccorso - affermano - la gestione dei trasferimenti secondari inter-ospedalieri in continuità di soccorso e i percorsi gestionali, organizzativi ed assistenziali in integrazione funzionale tra le unità operative dei due ospedali, con garanzia di continuità di servizio h24 per tutte le équipe multiprofessionali e multidisciplinari coinvolte, con particolare riguardo a quelle operanti nell’ambito della rete dell’emergenza-urgenza e delle reti tempo-dipendenti, il Comitato civico di Salute Pubblica auspica che il Gruppo di lavoro regionale, formato dal Direttore dell’Agenzia Sanitaria Regionale e dai rappresentati delle Direzioni Generali aziendali e delle Unità Operative Complesse dei Presidi Ospedalieri di Chieti e Pescara interessate, elabori un documento tecnico che non mortifichi le professionalità sanitarie operanti nei nosocomi coinvolti".

Il Comitato chiede dunque che si faccia in modo di riequilibrare la classificazione delle Unità Operative coinvolte nell’istituendo Dipartimento interaziendale per il Dea di 2° livello. "Per realizzare questo - evidenzia - si chiede che gli atti aziendali in via di approvazione tengano conto di specifici riferimenti per il raccordo delle modalità di integrazione funzionale per la operatività dei Dea di 2° livello.

Questa mattina alle 11,30, in occasione di una conferenza stampa al Caffè Vittoria, il Comitato Civico di salute Pubblica di Chieti raccoglierà firme di adesione e sostegno alle iniziative da portare avanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento