Cronaca

Guida sicura, l'Aci organizza corsi per automobilisti stranieri

I corsi si svolgono nei fine settimana e i partecipanti sono selezionati dalle comunità nazionali. L'Automobile Club di Chieti ha fissato la data del 20 gennaio. Previsto anche un call center multilingue

Gli stranieri rischiano il doppio sulle strade: diverse abitudini, culture, comportamenti e nozioni di guida fanno sì che mettersi la volante per un cittadino non italiano sia più rischioso. Da questa constatazione è nato il corso di guida sicura dell’Automobile Club d’Italia che ha visto già 1.300 automobilisti stranieri diventare ‘ambasciatori della sicurezza stradale’.

Il progetto, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero degli Affari esteri, dal Ministero della Cooperazione internazionale e integrazione e dal Ministero degli Affari regionali, turismo e sport è sostenuto da SARA Assicurazioni e da ACI Global.

E’ stato presentato ieri mattina nella Sala Consiliare della Provincia di Chieti da Ascanio Rozera, presidente Aci Italia, e Camillo Tatozzi, Aci Chieti.

I corsi gratuiti di guida sicura, 1000 ogni anno si terranno per tre anni presso il centro ACI-SARA di Vallelunga alle porte di Roma, uno dei più moderni e attrezzati in Europa. Nel 2013 sono previste 18 giornate, ciascuna con 60 “allievi” che raggiungeranno Vallelunga con pullman messi a disposizione dall’organizzazione. I corsi si svolgono nei fine settimana e i partecipanti sono selezionati dalle comunità nazionali in modo che ogni gruppo abbia una composizione omogenea. L’Automobile Club di Chieti ha fissato la data del 20 gennaio prossimo per il proprio corso. Unica condizione il possesso della patente di guida. Ai corsi assiste sempre un rappresentante della Polizia Stradale. Prevedono una parte teorica e una pratica con guida in condizioni di scarsa aderenza e sul bagnato. E’ possibile chiedere di partecipare anche compilando un modulo sul sito www.aci.it  

Inoltre, è stato  realizzato un call center multilingue per consulenza legale e tecnica sui problemi legati alla mobilità.

“La sicurezza stradale non è una questione di razza o di colore della pelle – dichiara il presidente dell’AC Chieti, Camillo Tatozzi – ma un obiettivo che l’Automobile Club d’Italia e quello di Chieti perseguono anche con questo progetto formativo, improntato ai valori dell’accoglienza e dell’integrazione. La cultura della sicurezza è la nostra chiave di volta per una mobilità responsabile e realmente sostenibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida sicura, l'Aci organizza corsi per automobilisti stranieri

ChietiToday è in caricamento