Cronaca

Coltivavano 500 piante di marijuana a Castel Frentano, in tre ai domiciliari

La piantagione era stata scoperta lo scorso giugno dalla polizia in un terreno dotato di impianti di irrigazione e concimato giornalmente. La droga avrebbe fruttato sul mercato circa 300 mila euro

serra di marijuana (foto repertorio)

Tre campani di età compresa tra i 38 e i 46 anni sono finiti agli arresti domicliari per coltivazione abusiva di marijuana. Il provvedimento cautelare è stato chiesto dal pm Rosaria Vecchi al termine delle indagini della polizia di Lanciano che, insieme agli agenti della squadra mobile di Chieti, lo scorso giugno aveva scoperto oltre 500 piante in un terreno di Castel Frentano, coltivate in un terreno dotato di impianti di irrigazione e concimato giornalmente.

Come risultato dalle analisi, la marijuana aveva un ottimo principio attivo che, se immesso sul mercato, avrebbe fruttato sui 300 mila euro.

Nell'ambito dell'indagine sono state denunciate a piede libero altre due persone. La polizia, durante alcune perquisizioni domiciliari in Campania e in Abruzzo ha sequestrato 24 proiettili calibro 38 e una pistola scacciacani che sarebbe stata utilizzata dagli indagati per il recupero degli illeciti profitti derivanti dalla vendita della droga.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivavano 500 piante di marijuana a Castel Frentano, in tre ai domiciliari

ChietiToday è in caricamento