menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la marijuana rinvenuta dai carabinieri dopo la perquisizione

la marijuana rinvenuta dai carabinieri dopo la perquisizione

Coltiva marijuana in casa: arrestato a Torrevecchia

Un giovane incensurato è finito agli arresti domiciliari dopo una perquisizione da parte dei carabinieri

Un 28enne incensurato di origini napoletane, domiciliato a Torrevecchia Teatina, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, a seguito di attività info-investigativa, sono venuti a conoscenza che il ragazzo poteva essere in possesso di sostanza stupefacente, in particolare marijuana, che coltivava all’interno del suo appartamento, così hanno deciso di intervenire procedendo a perquisizione domiciliare.

Le informazioni raccolte si sono rivelate corrette: all’interno della cucina, infatti, i militari hanno rinvenuto circa 150 grammi di marijuana contenuta in diversi vasetti, pronta per essere spacciata, e l’immancabile bilancino di precisione. In un’altra stanza hanno invece trovato attrezzatura idonea alla coltivazione delle piante: condotti di areazione, lampade alogene, fertilizzanti vari e materiale per la cura delle stesse. Le pareti erano ricoperte da materiale in poliuretano, idoneo all’isolamento degli ambienti per mantenere costante la temperatura del locale. Sul pianerottolo dell’appartamento, infine, i carabinieri hanno rinvenuto tre sacchi di grande dimensione contenenti residui di terriccio, radici e parti di stelo di piante di marijuana. 

Il giovane si trova agli arresti domiciliari, in attesa di udienza di convalida.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento