Colpita in testa da un pallone alla villa comunale: donna sviene e finisce in ospedale

Una signora di 77 anni è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso dopo aver perso i sensi. Un brutto episodio che invita a riflettere sulla carenza di spazi adeguati per giocare in città

Colpita da un pallone in testa, mentre siede comodamente su una panchina della villa comunale di Chieti, finisce al pronto soccorso in codice rosso.

È quanto accaduto giovedì scorso a una signora 77 anni nelle vicinanze del parco giochi dei piccoli.

A raccontarlo a ChietiToday è la figlia Marianna: “Alcuni ragazzi stavano giocando a calcio con un pallone di cuoio lungo il viale asfaltato della villa comunale quando uno di loro ha sferrato un calcio al pallone che accidentalmente ha colpito mia madre alla tempia, causandole malore”.

La donna sviene. Quando riapre gli occhi non riesce  a comunicare. “Seppur presenti persone nei dintorni, molti sono scappati, compreso il ragazzo. La coscienza di una persona che passava di lì ha permesso l'intervento dell’ambulanza che con codice rosso l'ha trasportata al pronto soccorso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ospedale la donna viene sottoposta a vari accertamenti, perché all’inizio si teme il peggio. Fortunatamente se la cava con trenta giorni di prognosi e lo spostamento di due vertebre cervicali che la costringono ad indossare un collare rigido e a forti mal di testa.
 
Un incidente che poteva capitare a tutti e che invita a riflettere sulla carenza di spazi adeguati per giocare in città. “Anche se siamo indignati per la fuga di molti, tra cui anche adulti, - dice ancora Marianna - la nostra segnalazione non vuole evidenziare tanto quello che è capitato a mia madre, che per fortuna oggi può ancora raccontarlo, quanto la mancanza di spazi per ragazzi che non sanno dove poter giocare, come ad esempio il campetto alla villa all'abbandono da molto tempo. Se ci fossero più spazi adeguati, incidenti come quello appena descritto forse non capiterebbero”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venticinquenne si ribalta con la Bmw a Chieti: miracolosamente illeso

  • Presentata la nuova giunta comunale a Chieti: Rispoli al lavori pubblici, Pantalone al commercio

  • "I dipendenti con un familiare in attesa di tampone devono andare al lavoro": la denuncia dell'Usb

  • Tamponamento a catena sull’asse attrezzato, diverse auto coinvolte

  • Coronavirus, record di contagi e tamponi: 203 nuovi casi e due persone morte in provincia di Chieti

  • Interruzioni idriche a Chieti e provincia dal 20 al 27 ottobre: il calendario completo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento