menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città vista dall'alto all'inizio di una settimana cruciale per contenere i contagi

Le immagini e le riprese aeree effettuate dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza mostrano Chieti e Pescara deserte durante il pomeriggio di lunedì 16 marzo

Le immagini e le riprese aeree effettuate dal Reparto Operativo Aeronavale di Pescara della Guardia di Finanza mostrano le città di Chieti e Pescara deserte durante il soleggiato pomeriggio di lunedì 16 marzo.

“In una giornata bellissima di sole – commenta il Reparto Operativo della Finanza in una nota -  con neanche una nuvola in cielo, in condizioni normali sarebbero state migliaia le famiglie a passeggiare sul lungomare. E invece, in questo inizio di settimana in emergenza coronavirus, in piena attuazione del decreto governativo che vieta gli spostamenti se non necessari, ecco come si presentano Pescara e Chieti”.

Le forze dell’ordine hanno sorvegliato e lanciato appelli.

"In questo periodo emergenziale dovuto alla pandemia del Covid-19, tutti i cittadini sono chiamati ad un senso di maggiore responsabilità civica e le forze dell’ordine ad una attenta sorveglianza del territorio". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche in questa emergenza sanitaria nazionale il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza vigilerà dall’alto e dal mare sul rispetto delle ordinanze poste a tutela della salute pubblica, segnalando alle pattuglie operanti a terra eventuali assembramenti, per un immediato intervento.


 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento