menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, Casoli punto di riferimento per le aree interne: inaugurato l'ospedale di comunità

La struttura destinata a pazienti che non necessitano del ricovero ospedaliero per acuti, ma al tempo stesso non possono risolvere la propria patologia in ambito domiciliare

Inaugurato questa mattina a Casoli l'ospedale di comunità: la struttura destinata a pazienti affetti da patologie cronico-degenerative che non necessitano del ricovero ospedaliero per acuti, ma al tempo stesso non possono risolvere la propria patologia in ambito domiciliare. Dieci i posti letto attivati nella struttura ubicata nell’ex ospedale “Consalvi”, destinato ad accogliere gli utenti del territorio della Asl Lanciano Vasto Chieti, con priorità per i residenti nell’Area Territoriale Aventino: Casoli, Sant’Eusanio del Sangro, Palombaro, Altino, Lama dei Peligni, Fara San Martino, Civitella Messer Raimondo, Palena, Taranta Peligna, Lettopalena, Torricella Peligna, Gessopalena, Roccascalegna, Montenerodomo, Colledimacine.

La finalità di questo nuovo percorso di cura è gestire, per un periodo di tempo limitato, pazienti in fase di instabilità o riacutizzazione di malattie croniche, o che hanno necessità di sottoporsi a terapie programmate in un ambiente protetto o, ancora, a programmi di riabilitazione una volta superata la fase acuta. Infine, l’ospedale di comunità può intervenire, in situazioni di malattia prolungata, anche per dare sollievo temporaneo alla famiglia attraverso un ricovero di breve durata che “spezzi” l’impegno del carico assistenziale. La durata della degenza è generalmente contenuta in 10/12 giorni, di norma non supera i 20 giorni.

All’inaugurazione hanno preso parte sindaci, medici di medicina generale, l’assessore regionale alla Programmazione sanitaria, Silvio Paolucci, il presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo, il sindaco di Casoli, Sergio De Luca, il Direttore generale facente funzioni della Asl Lanciano Vasto Chieti, Pasquale Flacco, e il Direttore dell’Area distrettuale Sangro-Aventino, Fioravante Di Giovanni, nonchè il vice presidente del Consiglio regionale, Lucrezio Paolini, e il presidente della Commissione Salute, Mario Olivieri. "Per la salute dei cittadini delle aree interne è sicuramente un gran giorno – il commento del sindaco di Casoli, De Luca –. Questa struttura torna a nuova vita e inaugura un modello assistenziale che potrà essere replicato anche in altre realtà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento