rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Casalbordino, revocati gli arresti domiciliari a un rapinatore: l'immobile era privo di allacci alle utenze

L'uomo era in carcere da alcuni anni dopo che era stato arrestato insieme ad altre 6 persone perché ritenuti gli autori di un assalto ad un furgone che trasportava gioielli di Bulgari per 4 milioni di euro

Il giudice gli revoca il beneficio degli arresti domiciliari e dispone di nuovo la custodia cautelare in carcere.  Un 46enne di San Ferdinando di Puglia gravato da numerosi precedenti penali è stato arrestato e portato in carcere dai carabinieri di Casalbordino.

L'uomo era in carcere da alcuni anni dopo che era stato arrestato insieme ad altre 6 persone perché ritenuti gli autori di un assalto ad un furgone che trasportava gioielli di Bulgari per 4 milioni di euro a Bollate nell'ottobre 2016.

Alcuni giorni fa la Corte d'Appello di Milano aveva accolto l'istanza dell'uomo, detenuto nel carcere di Foggia, di essere ammesso agli arresti domiciliari in un'abitazione di Casalbordino dove era arrivato qualche sera fa con la famiglia.

I carabinieri di Casalbordino hanno eseguito il primo controllo e hanno verificato che l'immobile era privo di allacci alle utenze di luce e gas ed hanno quindi informato la Corte d'Appello di Milano che gli ha revocato il beneficio ed ha ripristinato la detenzione in carcere.

I militari lo hanno arrestato nuovamente e accompagnato al carcere di Chieti.

...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casalbordino, revocati gli arresti domiciliari a un rapinatore: l'immobile era privo di allacci alle utenze

ChietiToday è in caricamento